archivi e fototeca d'Abruzzo

servizio archivi

consulta gli archivi fotografici

Area riservata

Username:

Password:

Archivi storici  

Gli Archivi fotografici del Museo delle Genti d’Abruzzo sono suddivisi per tipologia. La Consistenza del Patrimonio fotografico è in continuo incremento per le nuove accessioni e donazioni.  

 

ARCHIVIO FOTOGRAFICO STORICO

850 positivi b/n anteriori al 1950, riguardanti usi, costumi e paesaggi dell’Abruzzo. Al suo interno fa corpo a sé il “Fondo Paul Scheurmeier” raccolta di stampe fotografiche cm. 9x13, provenienti da negativi originali conservati nell’archivio Scheuermeier, (Biblioteche del dipartimento di lingua e letteratura II e Biblioteca Jaberg, Università di Berna) riguardanti tecniche e strumenti di lavoro contadino nell’Abruzzo degli anni ‘20-‘30 di argomento etnografico.  

 

ARCHIVIO FOTOGRAFICO MODERNO

800 positivi b/n e color posteriori al 1950, di argomento etnografico e pastorale su tematiche riguardanti la regione Abruzzo.  

 

ARCHIVIO DIAPOSITIVE

E’ la parte numerica più consistente e comprende oltre 7.000 unità, divisa al suo interno per argomento, tenendo conto della natura specifica dei soggetti delle diapositive: pastorizia, feste, archeologia, architettura, abbazie musei etnografici, cicli agricoli, territorio, museo oggetti, gente, pastorizia, alimentazione, artigianato, musica e danza, arte sacra, ciclo della vita, eremi e grotte, arte, attività domestiche, insediamenti rurali.  

 

ARCHIVIO OREFICERIA

Riproduzioni fotografiche originali realizzate in pellicola dia-color, formato cm. 6x7, relative all’antica produzione orafa abruzzese conservata nel Museo.  

 

ARCHIVIO CERAMICA

Riproduzioni fotografiche originali relative al materiale ceramico scavato a Castelli   Sono presenti nell’Archivio Fotografico altri Fondi (stampe b/n e lastre) anteriori al 1950 che non sono stati smembrati identificati con il nome del fotografo:  

 

Fondo Pasquale De Antonis

Contiene 1.128 foto scattate negli anni venti-trenta dal celebre fotografo Pasquale De Antonis. Nel Fondo è possibile rintracciare immagini storiche della città di Pescara, di eventi importanti per il periodo quali la “Coppa Acerbo, e foto documentarie di edifici storici, foto di scena per il teatro e documentazione sulle feste popolari abruzzesi. Le feste religiose che De Antonis ha ripreso sono quattro: le verginelle a Rapino; la processione del venerdì santo a Spoltore, la sacra rappresentazione del lupo a Pretoro, e il voto a San Gabriele. Le immagini di Pasquale De Antonis sono state donate dal Dott. Pietro Barberini al Museo delle Genti d’Abruzzo nel 1987.  

 

Fondo Olinto Cipollone

Fondo di 383 negativi e foto b/n di Pescara e Francavilla al Mare (CH), duplicate dagli originali per concessione degli eredi Cipollone. Il materiale fotografico è stato realizzato da Olinto Cipollone verso fine '800/inizi '900.  

 

Fondo Mapei Tonini

Fondo fotografico prodotto dal generale Nicola Mapei negli anni ‘30. Tale fondo di rilevante importanza storico-artistica, è costituito da 189 negativi su lastra di vetro alla gelatina, e relativi positivi b/n, che hanno come soggetto scene di vita contadina, feste, vedute panoramiche della zona di Nocciano (Pe) e scene e paesaggi di Pescara e Francavilla al Mare. L’intero fondo è stato donato al Museo delle Genti d’Abruzzo dagli eredi nel 1991.  

 

Archivio Giovanni Lattanzi

L'archivio raccoglie oltre 20.000 fotografie relative a monumenti, tradizioni, enogastronomia, borghi, natura, paesaggio, montagna, campagna, arte, archeologia e cultura della regione Abruzzo. L'archivio è in continua evoluzione e si arricchisce mensilmente di nuovi servizi. Tutte le foto sono visibili in maniera gratuita e libera nella risoluzione web massima. Possono essere poi richieste in altissima risoluzione per scopi scientifici, personali, editoriali e commerciali. La totalità delle immagini è realizzata del fotografo professionista Giovanni Lattanzi.